Dal 2 novembre spariranno dal centro storico i cassonetti di raccolta dei rifiuti e inizierà la raccolta differenziata porta a porta.

Le zone interessate saranno:

  • Nord: via Foria, piazza Cavour e piazza Museo;
  • Ovest: via E. Pessina, piazza Dante, via Toledo, via S. Anna dei Lombardi, via Monteoliveto;
  • Sud: via G. Sanfelice, piazza G. Bovio, corso Umberto I;
  • Est: via P. Colletta, via C. Muzy, piazza E. de Nicola, via Carbonara, via D. Cirillo.
  • Municipalità interessate: II e IV municipalità
  • Saranno coinvolti oltre 30.000 abitanti di cui:
  • 13.000 famiglie residenti;
  • 1.900 tra commercianti, artigiani e grandi utenze;
  • 3.800 punti di raccolta;
  • 16 postazioni di campane stradali per la RD già attive.

Per poter pulire tra le direttrici anche i vicoli stretti e caratteristici della nostra città sono state acquistate minispazzatrici per la pulizia delle strade. Un traguardo raggiunto grazie alla professionalità e al lavoro svolto in questi anni dall’Asia.

Era anche ora, aggiungiamo noi. Finalmente il cuore di Napoli può dire addio ai cassonetti e dimostrare al mondo intero di essere civile, se solo gliene viene data la giusta opportunità.

Parole chiave quelle pronunciate dal sindaco Luigi De Magistriis che chiede un grande sforzo di collaborazione da parte di tutti, cittadini ed attività commerciali, per fare in modo che tutti gli sforzi non siano vani. Per questo motivo saranno messi a disposizione notevoli strumenti per iniziare nel modo giusto questo progetto di pulizia per una Napoli più pulita e vivibile.

Ci sarà una distribuzione di tutto il materiale dal 5 al 28 ottobre, con opuscoli informativi per gestire al meglio la transizione. Saranno poi allestiti punti informativi provvisori dal 7 al 28 ottobre presso Piazza San Domenico Maggiore e Piazza dei Gerolimini.

Ci saranno 5 frazioni di raccolta:

  • Carta
  • Plastica e metalli
  • Vetro
  • Non riciclabile
  • Umido

L’umido verrà ritirato porta a porta 3 volte alla settimana per le famiglie e tutti i giorni per le attività commerciali. Questo sforzo anche per venire in contro alle esigenze di noi ristoratori (visto che ce ne sono tantissimi al centro storico).

Concentrazione anche per la pulizia delle strade, quindi, che in abbinamento alla raccolta differenziata, si spera produca l’effetto di una completa pulizia del nostro bellissimo centro storico, definito dall’UNESCO Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

“Considerando che il sito è di eccezionale valore. Si tratta di una delle più antiche città d’Europa, il cui tessuto urbano contemporaneo conserva gli elementi della sua storia ricca di avvenimenti. I tracciati delle sue strade, la ricchezza dei suoi edifici storici caratterizzanti epoche diverse conferiscono al sito un valore universale senza uguali, che ha esercitato una profonda influenza su gran parte dell’Europa e al di là dei confini di questa.”

 

12080094_10153140040277060_4280070679529942890_o

 

Questa è l’occasione giusta per dimostrare il nostro grado di civiltà. Non perdiamo questa grande opportunità.

Staff Lombardi 1892.